Che il principe William fosse affetto da un importante diradamento è da tempo sotto gli occhi di tutti. Per colpa della calvizie ha iniziato in età molto giovane a perdere i suoi biondi boccoli: dalle nozze con Kate, dove il diradamento preoccupava solo il vertice, i suoi capelli si sono diradati anche in altre aree della testa, lasciando molte zone vuote o con capelli miniaturizzati. Ma nell’ultima uscita pubblica all’Evelina’s Children?s Hospital il reale ha sfoggiato un nuovo look!

Chissà perché il principe William non ha mai pensato di di ricorrere al trapianto di capelli, ma anzi scegliere un look rasato attirando l’attenzione dei media e dei social di tutto il mondo.
William non è solo fra le celebrity ad essere stati colpiti dalla perdita dei capelli tipica dell’alopecia androgenetica: la calvizie di tipo ereditario è infatti molto comune di quanto si possa pensare. I rimedi che possono contrastare la perdita dei capelli e coprire le zone lasciate scoperte dall’alopecia sono universali e alla portata di tutti. Sarà per questo motivo che i tabloid inglesi si stupiscono di come l’erede al trono ostenti la sua calvizie evitando l’intervento chirurgico, scelta fatta da altri personaggi famosi (basti pensare al calciatore Wayne Rooney).

Tra i commenti per questa scelta del principe di rasarsi a zero in molti sono ad elogiare il suo coraggio, alla sua nuova immagine più virile, forte e giovane, mentre altri più ironici cambiando scherzosamente il titolo dell’inno nazionale inglese: «God shave the King»…
Eppure William non sembra preoccuparsi dalla scherzosità dei suoi sudditi. Del resto non è nuovo a canzonature per la sua chioma, o meglio per l’assenza di chioma. Vediamo l’evoluzione dei suoi capelli, da quando aveva 19 anni ad oggi che ne ha 35, in questa gallery…

NESSUN COMMENTO