Seni rifatti

È il “silicone” per eccellenza: la mastoplastica additiva. Circa l’intervento di chirurgia estetica per aumentare il seno se ne sono sentite davvero di tutti i tipi, tra leggende metropolitane ed esagerazioni dovute in parte agli eccessi reali di qualche vip e in parte anche ad un serpeggiante alone di invidia.

Oggi la mastoplastica additiva è una scelta molto più sicura e tutelata rispetto al passato e ne è prova il fatto che siano davvero poche le donne dello star system che non vi siano ricorse.

Di seni rifatti ce ne sono a bizzeffe, e ciascuno meriterebbe un commento a sé, perché il risultato finale può dare davvero un risultato imbarazzante, quando è troppo (ed è testimone “l’esuberanza” della bagnina più famosa, Pamela Anderson), oppure può regalare forme straordinarie e morbide anche al corpo più esile, come quello della modella Giselle Bundchen.

In altri casi la mastoplastica additiva resta solo un sospetto, complici ne sono i reggiseni imbottiti e i push up che regalano una taglia in più solo per una serata.

Altro intervento al seno è il lifting, o mastopessi, realizzato per alzare e rimodellare un seno cadente e svuotato, anche dopo un forte dimagrimento. Un plausibile esempio di lifting del seno con protesi potrebbe essere Renee Zellweger, che mostra uno splendido decolletè sodo e alto anche dopo essere notevolmente dimagrita. Simile alla mastopessi è anche la riduzione del seno, o mastoplastica riduttiva, che riporta la struttura mammaria alle proporzioni ideali.

La mastoplastica additiva delle star:

Celebrità che hanno il seno rifatto